Skip to content

UNIDEV.INFO

Unidev.info

Come scaricare sfondi per ps3


Inserisci una USB nel pc. Crea al suo interno la cartella “. Inserisci il file p3t nella cartella “THEME”. Rimuovi la USB dal pc. Vai su Impostazioni>Impostazioni temi> Tema>.

Nome: come scaricare sfondi per ps3
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: MacOS. Android. iOS. Windows XP/7/10.
Licenza: Gratis!
Dimensione del file: 37.25 MB

Come scaricare sfondi per ps3

I membri del team attuali sono i seguenti: Creatable Me! GRAnimated ha ideato il metodo per cambiare i colori di sfondo, mentre Vorphixx lo ha implementato. Come lo abbiamo fatto Abbiamo estratto common. Questo è separato in gruppi che ho colorato per te.

Gli arancioni sono valori di colore esadecimale, di default sono bianchi. Puoi sostituire tranquillamente questi valori, purché tu usi un selettore di colori esadecimali e sostituisci ogni gruppo arancione con il tuo colore esadecimale. Gli FF rosa sono invece separatori che non dovrebbero essere modificati. Ogni sezione ha il proprio angolo, la prima è in alto a sinistra, la seconda è in alto a destra, la terza è in basso a sinistra e la quarta in basso a destra. Una volta modificato, reimpacchettare il file common.

Sulle destra bisogna compilare le info del tema. In basso a sinistra si trovano gli sfondi per il tema.

Temi PS3 Gratis

Ne potrai scegliere più di uno: verranno sostituiti automaticamente ad ogni accensione della ps3. Ti salva ora il progetto.

Ora ti basta installarli nella ps3! Anche io ho provato a creare qualcosina: Download tema Guideconsole. Ti troverà tutti i temi presenti nella USB. Selezionane uno e aspetta.

In poco tempo tornerai alla lista dei temi presenti nella ps3 e noterai, tra tutti i temi, quello scaricato o creato da te. Premi X sul tema ed esso verrà attivato. Ora la tua ps3 ha uno stile del tutto diverso!

PlayStation 3, PSP - Card Sony PSN 20 Euro: unidev.info: Videogiochi

Potrai finalmente vantartene con i tuoi amici! Attacchi al PSN del [ modifica modifica wikitesto ] Tra il 17 [10] e il 19 aprile [10] , il PSN è stato attaccato, da alcuni hacker che hanno violato il sistema [11] [12].

Il 20 aprile i server sono stati spenti [13] [10]. Secondo altre fonti [14] [15] [10] , invece, il PSN sarebbe stato spento per colpa di errori della Sony durante lavori di routine [16].

Il 24 aprile è stato il giorno in cui alla Sony sono venuti a conoscenza di cosa è stato effettivamente preso dagli account, e il 26 aprile hanno inviato una mail a tutti i registrati al PSN [10]. Nel giro di poco tempo tutti i dati anagrafici, gli indirizzi email, login e password del PSN di oltre 77 milioni di utenti erano pesantemente a rischio di furto dalle banche dati.

Altre ipotesi invece affermarono che Sony sarebbe stata violata da alcuni utenti attraverso l'uso su PlayStation 3 di un custom firmware , denominato Rebug, utilizzato per acquistare contenuti digitali con carte di credito inesistenti.

Sony ha inoltre dichiarato che le operazioni per il ritorno online stanno volgendo al termine, e che si sta procedendo alla fase finale dei test; probabilmente, entro la fine di maggio, i servizi PSN sarebbero stati riattivati completamente. Dalla mattina del 15 maggio , Sony ha iniziato la fase di riattivazione del PSN abilitando nuovamente le funzionalità di gioco online, PlayStation Home e sincronizzazione trofei; al momento dell'accesso al PSN, per cautelarsi contro possibili furti di dati è stato imposto agli utenti l'inserimento di una nuova password d'accesso con requisiti minimi di complessità maggiorati, anche se l'elevato numero di utenti iscritto al PSN ha creato qualche rallentamento nelle procedure [21] [10].