Skip to content

UNIDEV.INFO

Unidev.info

Retini archicad scarica


  1. ArchiForma 2
  2. Raccolta gratuita di Texture di Materiali
  3. DOWNLOAD PER UTENTI REGISTRATI !!! REGISTRATION REQUIRED !!! - Lines & Fills (Tipi linea e retini)

In ARCHICAD lo sai che i Retini hanno varie Categorie? Le categorie dei retini ARCHICAD permettono di raggruppare i retini in base alle loro funzioni nel Download Catalogo Materiali di Superficie per ARCHICAD. Per valutare l'aspetto grafico in stampa dei Retini del tuo file ARCHICAD, può risultare necessario realizzare una stampa di tutti prima di. Scarica gratuitamente gli oggetti BIM di una azienda produttrice specifica per software come Revit, ArchiCAD, SketchUp, Vectorworks e AutoCAD. Corsi a Napoli di vray sketchup 3d studio autocad archicad Modellazione e render services. Ciao a tutti, volevo chiedervi un informazione, sto usando ArchiCAD da poco e non so come fare per scaricare nuovi retini e anche dei blocchi.

Nome: retini archicad scarica
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: Android. iOS. MacOS. Windows XP/7/10.
Licenza: Gratis!
Dimensione del file: 60.20 Megabytes

Retini archicad scarica

Plug-in ArchiCAD per la creazione di oggetti. Download ArchiForma 2 Presentazione italiano -. Non funziona con versioni precedenti di ArchiCAD. Installazione del pacchetto Selezionate la cartella di ArchiSuite e dopo averla scompattata, copiatela dentro la cartella Add-ons , contenuta nella cartella di ArchiCAD installato nel vostro computer.

Ambiente di Lavoro personalizzato Se usate degli Ambienti di Lavoro personalizzati il menu del plug-in potrebbe non comparire automaticamente nel menu Design di ArchiCAD. Usate questo dialogo per configurare opportunamente i vostri Ambienti di Lavoro personalizzati aggiungendo il menu del plug-in acquistato.

Per pagare la tua rata in modo sicuro con PayPal clicca qui N. Per visualizzare le condizioni generali di contratto clicca qui.

Per la versione HTML del corso clicca qui. Corsi Simili Corso Certificazioni autodesk Tufo.

Corso Autocad Tufo. Corso Autocad 3d Tufo. Corso 3d studio max Tufo. Corso Rhinoceros Tufo. Corso Maya 3d Tufo. Corso Revit Tufo. Corso Sketchup Tufo. Corso Archicad Tufo. Post by SuperP Mi spieghi che cosa sono, dove le trovo e a cosa servono le patch?

Post by Aladino Post by SuperP questo vale per i nuovi disegni, ma se riapro un vecchio disegno non succede Post by Aladino Letteralmente dei cerotti, in pratica degli oggetti bidimensionali che si sovrappongono gli errori generati in automatico e non riparabili. Poi puoi editarne la parte 2D. Post by SuperP ma come si fa?

Io mi creo la mia patch, la carico in libreria e poi? Il menu a comparsa contenente le opzioni Mostra in libreria e Copia il nome stato eliminato dal pannello Anteprima e Posizionamento. Il nome elemento di libreria pu ora essere copiato direttamente dal campo nome.

Queste propriet termiche sono usate nella nuova funzione di Valutazione Energetica. Comandi Ruota modificati Il comando Rotazione Libera e la relativa funzionalit disponibili nelle precedenti versioni per la Shell e il Curtain Wall stato unito in un singolo comando Ruota generale. Shell, Curtain Wall e Forme possono essere ruotati su qualsiasi asse nello spazio della Finestra 3D - per farlo, usare il semplice comando Ruota disponibile per tutti gli elementi.

Comando pet palette modificato nella finestra 3D Quando si edita un elemento edilizio nella Finestra 3D, il comando Eleva non pi disponibile dalla pet palette. Questo dipende dal fatto che la nuova opzione Sposta liberamente o Trascina consente di spostare e sollevare graficamente l'elemento in qualsiasi luogo dello spazio con un solo passaggio.

Nuova opzione di visualizzazione dei Retini coprenti per Shell e Forma Nei pannelli Pianta e Sezione dei Settaggi Strumento Shell, presente una nuova opzione di visualizzazione concernente il Retino coprente dell'elemento: la casella di controllo Proiezione 3D. Per impostazione predefinita essa selezionata. In questo caso, le altre opzioni Orientamento Retino Coprente non sono disponibili.

Migrazione Porta e Finestra Le porte e le finestre delle versioni 15 e precedenti saranno automaticamente sostituite dalle loro versioni equivalenti in versione Si tenga presente quanto segue: La migrazione gli hotspot dei battenti dei pannelli laterali di porte e finestre per es. Migrazione e ritroso di finestre e porte possibile eseguire la migrazione a ritroso dalle porte e finestre versione 16 che hanno equivalenti nella libreria della versione Non possibile migrare a ritroso una finestra con nuovi tipi di apertura.

Finestre e Porte migrate Per ridurre il numero di elementi di Libreria, molte porte e finestre con funzionalit simili tipo di operazione sono state unite assieme e in molti casi migliorate, senza alcuna perdita di funzioni. Migrazione di tetti e lucernari Falde Falde a Piano-Singolo Tutte le coperture, comprese le copertura a cupola e a volta, in ArchiCAD 16 saranno trasformate in una serie di falde a piano singolo.

L'apparenza dei tetti non cambier. Lucernari Lucernari posizionati con lo strumento Lucernario Se si esegue la migrazione di un progetto di versione precedente contenente lucernari collocati con lo strumento Lucernario, essi saranno convertiti automaticamente in lucernari di ArchiCAD 16, conservando tutti i loro parametri, e con tutte le disponibili funzionalit lucernario di ArchiCAD 16 abilitate.

Tuttavia, la loro visualizzazione in pianta, per impostazione predefinita, resta " simbolica", com'era nella versione precedente progetto. In apparenza, i lucernari non cambieranno, e i loro parametri di visualizzazione in pianta saranno mantenuti, anche se questi non sono disponibili per lucernari in ArchiCAD La Visualizzazione in pianta dei nuovi lucernari posizionati in ArchiCAD 16 si basa su una a proiezione 3D, piuttosto che su una rappresentazione simbolica.

Lucernari posizionati con lo Strumento Oggetto I lucernari che sono stati posizionati usando lo strumento Oggetto resteranno oggetti, e non avranno tutte le funzionalit dei lucernari di ArchiCAD Tuttavia, se si mantengono le vecchie librerie, non sar possibile ottenere tutti i vantaggi delle migliorie e delle correzioni delle librerie di ArchiCAD Il modo migliore per farlo quello di andare al Gestore librerie e aggiungere la libreria ArchiCAD 16; quindi utilizzare la funzione Consolida descritto nella prossima sezione.

Nota: il processo di consolidamento e le librerie di migrazione sono disponibili solo per progetti migrati che utilizzano le librerie di ArchiCAD 10 e versioni successive. In questo caso nel Gestore della libreria viene visualizzato il pulsante giallo Consolida appare. Nota: il pulsante Consolida visibile nel Gestore della libreria ogni volta che almeno una libreria ArchiCAD obsoleta - ossia una libreria che non la pi recente- stata aggiunta al progetto. Il consolidamento delle librerie ArchiCAD consigliabile perch sostituisce le vecchie librerie ArchiCAD con quella pi aggiornata, e inoltre carica le librerie di migrazione necessarie per garantire l'accesso agli elementi di libreria adesso obsoleti che si sta usando.

Le Librerie di migrazione sono molto pi piccole delle normali librerie di ArchiCAD, e pertanto questo processo di consolidamento consente di evitare una grande quantit di oggetti superflui. Il processo automatico di consolidamento: carica la nuova libreria ArchiCAD Queste librerie di migrazione sono gi state installate nel computer nel contesto dell'installazione di ArchiCAD.

In questo caso si devono caricare le librerie di migrazione dal disco rigido al server BIM. La migrazione della libreria di ArchiCAD ora completa. Migrazione di librerie in un Progetto Teamwork Per eseguire la migrazione di un progetto TeamWork, utilizzare il processo di Migrazione progetto descritto qui:.

Si noti, tuttavia, che alcuni oggetti nel progetto Teamwork migrato possono essere elencati come Temporaneamente mancanti nel Gestore di libreria o nel Resoconto di caricamento libreria. Quando gli altri utenti eseguiranno il comando Invia e Ricevi il problema sar risolto automaticamente.

Che cos' una Libreria di Migrazione? Ogni nuova versione della libreria di ArchiCAD contiene molti oggetti che sono stati aggiornati rispetto alla versione precedente. Per la maggior parte, questi oggetti aggiornati sono compatibili con le vecchie versioni posizionate dello stesso oggetto, e sostituiranno automaticamente le versioni precedenti.

Alcuni oggetti da vecchie librerie di ArchiCAD, tuttavia, non hanno alcuna controparte nella nuova libreria di ArchiCAD 16 in genere, questo sono oggetti "fuori produzione" considerati obsoleti. Ma se il progetto utilizza tali oggetti, si vorr poterne disporre anche dopo la migrazione ad ArchiCAD Le Librerie di Migrazione di ArchiCAD generalmente disponibili per le versioni 10 e successive servono a questo scopo: esse contengono solo gli oggetti di una precedente versione della libreria di ArchiCAD che non hanno controparti nella pi recente versione della libreria di ArchiCAD.

Una libreria di migrazione molto pi piccola della versione completa della libreria di ArchiCAD. Se non si fa uso della Libreria di Migrazione, alcuni degli oggetti posizionati derivanti da progetti di versioni precedenti possono non avere un oggetto compatibile corrispondente in ArchiCAD In questo caso: questi oggetti precedenti incompatibili saranno "Oggetti mancanti" in ArchiCAD 16 se le vecchie librerie sono state rimosse.

In questo caso, bisogna sostituire questi oggetti mancanti con nuovi oggetti della libreria ArchiCAD 16, e reimpostare i parametri in base alle esigenze. La soluzione raccomandata, se sono stati posizionati degli oggetti da varie librerie ArchiCAD e sono state caricate tutte le librerie, il consolidamento delle librerie.

Dove trovare le librerie di migrazione Le librerie di migrazione generalmente disponibili per le versioni 10 e successive vengono installate sul computer durante l'installazione di ArchiCAD Se si vogliono usare le librerie di ArchiCAD come Librerie collegate, il processo di migrazione automatica e le funzioni di consolidamento delle librerie descritte sopra individueranno e caricheranno automaticamente le librerie necessarie per la migrazione; dunque non necessario cercarle.

In questo caso, bisogna utilizzare la libreria migrazione corrispondente alla versione del progetto di migrazione, pi tutte le ogni altre librerie di migrazione disponibili "in su". Per esempio, se si sta eseguendo la migrazione di un progetto ArchiCAD 10 a ArchiCAD 16, bisogner usare le librerie di migrazione 10, 11, 12, 13, 14 e Nota: le librerie di migrazione disponibili possono variare secondo la versione localizzata installata.

Migrazione di Librerie e Oggetti da ArchiCAD 12 e precedenti Si notino le seguenti modifiche aggiuntive relative alle librerie quando si esegue la migrazione dei progetti da ArchiCAD 12 e precedenti: Librerie attive - Librerie collegate Le librerie attive dei progetti di versioni precedenti saranno caricate in ArchiCAD 16 come librerie collegate.

Esse saranno elencate nella cartella Librerie collegate del Gestore della Libreria. Altri oggetti in Moduli collegati La soluzione quella di incorporare questi oggetti nel proprio progetto ArchiCAD 16 ospite utilizzando il Gestore librerie, o di collocare gli oggetti in una libreria sul server BIM, e aggiungere tale libreria al progetto. Librerie mancanti - Librerie non disponibili Qualsiasi libreria "mancante" nel Gestore della Libreria della vecchia versione sar elencata come "non disponibile" nel Gestore della Libreria di ArchiCAD Identificare queste librerie e aggiungerle come librerie collegate usando il comando "Aggiungi" del Gestore della Libreria.

Oggetti mancanti Gli oggetti mancanti del progetto di versione precedente sono elencati anche come "mancanti" in ArchiCAD 16, sia nel Gestore della Libreria sia nel Resoconto Caricamento Libreria.

Per risolvere il problema, identificare i file sorgente di questi oggetti mancanti e aggiungerli al progetto, utilizzando il Gestore della Libreria. Funzionalit di ristrutturazione modificate La funzione Ristrutturazione disponibile a partire da ArchiCAD 15 consente di impostare un o stato di ristrutturazione per tutti gli elementi, pi dei filtri di ristrutturazione al livello di progetto che mostrano o nascondono gli elementi in base al loro stato. Migrazione di progetti di ristrutturazione delle versioni precedenti Le versioni precedenti di ArchiCAD alla 15 non includevano una funzione di Ristrutturazione in quanto tale.

Se il progetto della vecchia versione utilizzava un sistema di lucidi per distinguere gli elementi nel processo di ristrutturazione, ma ora si desidera utilizzare invece la nuova funzione di ristrutturazione in ArchiCAD 15, bisogna: 1. Apportare le modifiche necessarie nel modello: per es. Utilizzare la nuova funzionalit Ristrutturazione di ArchiCAD per definire lo Stato di ristrutturazione di ciascun come necessario.

Nota: quando si apre un progetto ArchiCAD 16, lo stato di ristrutturazione di tutti gli elementi impostato su "esistente" per impostazione predefinita e il valore predefinito del Filtro ristrutturazione impostato in modo che tutti gli elementi esistenti siano visibili. Quindi, anche se non si utilizza nessuna delle funzioni di ristrutturazione di ArchiCAD 16, tutti gli elementi si comporteranno e saranno visualizzati come d'abitudine.

Notare che poi possibile scegliere di visualizzare gli elementi "Da demolire" elementi allo stesso modo di prima in ArchiCAD, ossia scegliendo gli stili di Modifica corrispondenti ai propri standard locali. Quando si esegue la migrazione di questi progetti ad ArchiCAD 16, le scene VR e gli Oggetti VR eventualmente presenti nei progetti delle versioni precedenti scompaiono.

Graduale eliminazione del formato immagini QuickTime I file immagine nei formati creati con QuickTime sono in fase di graduale eliminazione, per garantire la compatibilit a lungo termine dei file di immagine sia su Windows che su MacOS. A partire da ArchiCAD 15 possibile salvare solo file di immagini in questi formati.

Se si esegue la migrazione di un progetto ArchiCAD in formato precedente che contiene figure o disegni in un formato file diverso da quelli sopra indicati: 1. Figure e disegni incorporati: convertiti automaticamente.

ArchiForma 2

Qualsiasi immagine inserita con lo strumento Figura e gli eventuali disegni incorporati con formati basati su QuickTime vengono convertiti automaticamente in un formato di file immagine supportato per es. Disegni collegati: possibile convertire e ricollegarli. Tuttavia, per evitare problemi nelle future versioni di ArchiCAD, possibile convertire queste immagini in altri formati di file. Se nel progetto migrato sono presenti disegni collegati di questo tipo, quando si apre il progetto in ArchiCAD 16 viene visualizzato un avviso.

Per fare questo, andare al Gestore disegno: le icone di questi disegni saranno. Si raccomanda di convertire queste immagini in un formato di file supportato per es. Tuttavia, se si dovesse aprire il progetto in una versione successiva di ArchiCAD, i file immagine non verranno letti. Se si converte un disegno nel formato PNG, non si perder alcun dato dal disegno originale. Se si converte un disegno nel formato JPG, si perderanno alcuni dati durante il processo di compressione dei file, ma la dimensione del file sar minore.

Per garantire che i dati di progetto vengano trasferiti senza problemi, consigliabile aprire il file pi vecchio per es. Quindi importare questi file di dati nel progetto ArchiCAD 16 su cui si sta lavorando. Per esempio, se si sono salvati con specifici nomi Set di criteri personali di Trova e seleziona in un progetto ArchiCAD 13 e li si vogliono riusare in un progetto ArchiCAD 16 si deve fare quanto segue.

Salvare i Set di criteri personalizzati in un file usare il comando Esporta dal pop-up nella finestra di dialogo Trova e seleziona 3. Aprire il progetto ArchiCAD 16 su cui si desidera lavorare 4. Importare i Set di criteri appena salvati in un file usare il comando Importa dal pop-up nella finestra di dialogo Trova e seleziona. Il programma d'installazione riconoscer la presenza di un server BIM precedente e lo aggiorner alla versione Una volta completato il processo di installazione verr eseguita il BIM Server versione 16, che comprende il modulo 16 e gli eventuali moduli installati in precedenza per es.

Gli Utenti, i Ruoli, le Propriet personalizzate e i database di libreria di tutti i moduli server installati vengono gestiti in maniera uniforme e sono sempre in sincronia. Non sono necessari altri passi di migrazione del server. Il Centro di controllo del server BIM elenca tutti i moduli installati sul server. Fare clic sul pulsante informazioni per vedere dati aggiuntivi su ciascun modulo. Queste informazioni sono di sola lettura. Questa configurazione - migrazione del progetto da un modulo server ad un altro - rappresenta il metodo di migrazione pi semplice.

Questa configurazione - migrazione del progetto da una macchina serve server ad un'altra rappresenta il metodo di migrazione pi laborioso.

Importante Tenere presente che se si collega un modulo collegato o un disegno da un progetto Teamwork, tale progetto Teamwork sorgente deve avere lo stesso numero di versione del progetto ospite. Ci significa che se si esegue la migrazione di un progetto individuale o di Teamwork da ArchiCAD 13 a ArchiCAD 16, anche gli eventuali file di Teamwork che ad esso collegati mediante moduli collegati o disegni devono essere fatti migrare.

Raccolta gratuita di Texture di Materiali

Argomenti in questa sezione: Migrazione progetto da un elemento Modulo Server all'altro Migrazione progetto da una macchina server all'altra Migrazione progetto da un elemento Modulo Server all'altro In questa situazione, c' un singolo server BIM che ha i moduli 13 e 16 installati. Questo processo di migrazione comporta due fasi: Preparare il progetto per la migrazione da eseguire in ArchiCAD 13 o 14 ; e Eseguire la migrazione del progetto preparato da eseguire in ArchiCAD Prepara il progetto per la Migrazione 1.

Avviare ArchiCAD Accertarsi che tutti gli altri utenti inviino le loro modifiche ed escano dal progetto. In caso contrario perderanno tutte le modifiche non inviate.

Se al momento non si vogliono preparare altri progetti, scegliere Termina preparazione nella finestra di dialogo seguente, e poi Chiudi. Per eseguire la migrazione di un altro progetto, scegliere Apri e prepara un altro progetto. Questa la scelta raccomandata se sono presenti diversi progetti Teamwork da far migrare.

In questo modo li si preparano tutti in una volta in ArchiCAD 13 prima di passare ad ArchiCAD 16 e completare la loro migrazione all'interno di quest'ultimo, invece di passare avanti e indietro tra le diverse versione di ArchiCAD per ciascun progetto. Una volta preparati tutti i progetti da far migrare, passare alla fase successiva: Migrare un Progetto preparato 1. La finestra di dialogo elenca tutti i progetti preparati: selezionarne uno di cui eseguire la migrazione.

Se il progetto elencato visualizzato in grigio, ci significa che non possibile completare la migrazione di tale progetto, per esempio perch il server offline. Queste librerie saranno caricate sul server BIM se non lo sono gi.

Non selezionando questa casella invece si continuer ad usare il progetto migrato con le sue librerie ArchiCAD correnti. Fare clic su Migrazione. Il contenuto di progetto sar caricato sul server BIM. Gli utenti e i loro ruoli in questo progetto resteranno invariati.

Nota: il Log di progetto, e tutti i Commenti, messaggi ed eventuali riserve verranno eliminati durante la migrazione del progetto. Dopo avere eseguito la migrazione del progetto originale, ora possibile eliminarlo manualmente dal modulo del server BIM. A questo punto possibile continuare in tre modi diversi: 8. Migra un altro progetto Unisciti al progetto migrato Abbandona il processo di migrazione Se il progetto migrato contiene moduli collegati o disegni collegati da progetto Teamwork di AC , sar necessario eseguire anche la migrazione di ciascuno di questi progetti Teamwork da ArchiCAD 13 a ArchiCAD 16, seguendo i passi descritti sopra.

Se questi progetti origine di collegamenti o disegni sono sullo stesso server BIM del progetto ospite di cui si eseguita la migrazione, tale progetto ospite individuer e collegher automaticamente i progetti sorgente quando anche la migrazione di questi sar completata. Se questi progetti origine di collegamenti o disegni sono su server BIM diversi dal progetto ospite di cui si eseguita la migrazione, sar necessario ricollegare moduli collegati e disegni manualmente dopo avere eseguito la migrazione di tutti i progetti sorgente.

Migrazione progetto da una macchina server all'altra In questa situazione , si ha il server BIM 13 in esecuzione su una macchina, e il server BIM 16 su un'altra macchina. Per sicurezza, opportuno bloccare il progetto sul server per impedirne la modifica da parte di altri utenti. Salvare il progetto come un progetto individuale. Aprire il file. Ognuno di questi progetti sorgente deve essere salvato come.

Tutti i collegamenti e i disegni legati ai progetti sorgenti di Teamwork devono essere ricollegati manualmente una volta che tali progetti origine siano stati tutti sottoposti a migrazione. Dopo avere eseguito la migrazione dei progetti originali, questi possono essere eliminati manualmente dal vecchio del server BIM. Spazio minimo esteso alle porte Se il progetto ArchiCAD 13 esistente ha utilizzato l'opzione Vista modello "Mostra spazio minimo" per gli arredi, lo stesso progetto in ArchiCAD 16 mostrer anche il parametro Spazio minimo per tutte le porte a condizione che si sia caricata la libreria di ArchiCAD Nessuna impostazione automatica del o piano di appartenenza In ArchiCAD 16 non c' alcuna impostazione automatica del piano di appartenenza.

Agli elementi dei progetti precedenti prima di AC13 il cui Piano di appartenenza era impostato a Automatico saranno ora assegnati Piani di appartenenza che corrispondono al piano in cui erano posizionati.

In ArchiCAD 16, durante le operazioni di editazione che influenzano l'elevazione degli elementi per es. Eleva, Moltiplica con traslazione verticale , si ha la possibilit di riassegnare automaticamente di conseguenza i piani di appartenenza di tali elementi. Esaminare criteri elemento tipo oggetto in abaco interattivo I criteri Abaco interattivo -delle versioni alla 15 precedenti possono creare risultati inattesi in ArchiCAD 16 se si elencano Elemento tipo oggetto: Il valore "Oggetto" delle precedenti versioni elencava oggetti di tutti i sottotipi di oggetti.

Tutti gli altri sottotipi di oggetto sono elencati solo se si aggiungono tali sottotipi come criteri tipo elemento separati. Dopo avere inviato tutte le modifiche, tutti gli utenti devono registrare l'uscita con l'eccezione dell'Amministratore. Quindi salvare il file. Nella finestra di dialogo di navigazione che si apre, selezionare il file.

Fare clic su Apri. Condividere il progetto a un server BIM. Importante: Tutti gli utenti e le aree di lavoro andranno perdute! Se il vecchio progetto Teamwork conteneva collegamenti e disegni riferiti a contenuti esterni, questi funzionano senza problemi in ArchiCAD Tuttavia se il progetto di Teamwork precedente stato creato in ArchiCAD versione 11 o precedente, questi collegamenti e disegni collegati non possono essere aggiornati a partire dalle loro sorgenti originali.

In tal caso seguire la procedura di migrazione descritta qui: Migrare progetti contenenti collegamenti. Se il precedente progetto Teamwork il progetto sorgente di collegamenti e disegni posizionati in altri progetti, questi collegamenti saranno interrotti quando il vecchio progetto Teamwork viene aperto in ArchiCAD Quindi questi collegamenti e disegni devono essere ricollegati manualmente al progetto ospite ricollegato.

Nei progetti ospiti, usare i comandi ricollega nel Gestore Collegamenti e nel Gestore Disegno.

Set di Criteri perduti I set di criteri Trova e Seleziona delle versioni precedenti pre andranno perduti all'apertura dei progetti delle versioni precedenti con ArchiCAD Migrare progetti contenenti collegamenti Nota: Questo processo applicabile quando si effettua la migrazione di progetti di versioni precedenti 11 o anteriori in ArchiCAD Quando in ArchiCAD 16 si apre un progetto che contiene collegamenti a file sorgente salvati nella versione 11 o precedenti, viene visualizzato l'avviso seguente:.

Apri Gestore Collegamenti per vedere la gerarchia delle sorgenti collegamento del progetto Per ottenere una lista di tutti i file collegati al progetto corrente, aprire il progetto in ArchiCAD La lista "Moduli collegati" nella parte superiore della finestra di dialogo. La lista "Sorgenti Collegamento" visualizza le sorgenti dei file dei moduli collegati insieme al loro stato.

Per una visualizzazione pi efficace e stampabile dei file sorgente collegati, fare clic sul pulsante "Mostra gerarchia nel navigatore". Si aprir il browser internet di default in una. Conversione di un progetto con file sorgente collegamento disponibili nella loro posizione originale In questo metodo si apriranno i file sorgente collegati uno a uno e salvarli in ArchiCAD Si supponga di avere i seguenti collegamenti collegati al Progetto A:.

Aprire il progetto A. Nel messaggio di avvertimento che appare, scegliere l'opzione "Apri Gestore Collegamenti". Per ogni file sorgente visualizzato come Obsoleto o Mancante - B. Si raccomanda di salvare i file in questa ordine: passare da un file all'altro nella gerarchia dal basso verso l'alto. Nel nostro esempio, iniziare con D. Nota: E' possibile che i file sorgente aperti contengono altri collegamenti non usati in A. Se questi moduli nidificati hanno il formato obsoleto, ArchiCAD visualizzer un avviso durante la loro apertura.

In questo caso continuare il processo di conversione, trattando B. Fare clic sul pulsante "Rinnova lo stato" nel Gestore Collegamenti. Se si sono correttamente salvati di nuovo tutti i file obsoleti dalla lista Sorgenti come descritto in passo 4 , allora la lista Sorgenti non dovrebbe mostrare nessun file di stato "Obsoleto".

Fare clic su Aggiorna. Porte e finestre migrate da progetti di versioni precedenti versione 11 e precedenti a ArchiCAD 16 non saranno visualizzate correttamente se si usa Visualizzazione Parziale Struttura. Bisogna verificare questi file convertiti e apportare le modifiche necessarie. Inoltre, i Tipi di Retino in ArchiCAD 16 sono convertiti per impostazione predefinita come segue: - Immagine: convertita in un retino pieno tecnicamente una campitura colore sfondo - Gradiente: convertita in un retino pieno tecnicamente una campitura colore primo piano - Simbolo: se si sceglie "Converti tutti i retini come Pieni", i retini simbolo vengono convertiti in Blocchi.

Se si sceglie "Converti i Retini Sfondo come Campiture continue aggiuntive", questi vengono convertiti in Blocchi pi un retino pieno del colore dello sfondo. Come nelle versioni precedenti ArchiCAD 11 o precedenti , questo pannello viene usato per definire globalmente gli sfondi del Retino, la visualizzazione di Retini di Sezione, Retini Coprenti, di Disegno e di Zona nel progetto. Le varie opzioni hanno cambiato leggermente, ma quando si migra un file di una versione precedente ad ArchiCAD 16, il programma assegner le Opzioni Vista Modello corrispondenti per assicurare la visualizzazione corretta dei retini in ArchiCAD Comunque dovreste verificare la visualizzazione retino in ArchiCAD 16 ed effettuare le modifiche necessarie.

Nota: in questa descrizione, la versione "9" deve essere intesa come versione 8. Le successive sezioni danno istruzioni per entrambi i casi.

Malgrado vi siano diversi settaggi che possono influenzare il modo in cui gli elementi sono visualizzati sulla Pianta, questi vengono automaticamente impostati durante la conversione in modo che venga mantenuto lo stesso aspetto in ArchiCAD, nei limiti del possibile. Per altri dettagli, vedere Conversione Viste Modello in AC problemi nella Visualizzazione in Pianta, dove riportato un elenco dettagliato. Fare clic sul pulsante Apri per cominciare ad aprirlo. Quando ArchiCAD ha terminato la conversione dei dati del Book di Layout, un Dialogo Informazioni, avvisa l'utente dei dati che non stato possibile convertire a causa di qualche differenza essenziale fra le funzionalit di ArchiCAD 16 e quelle di PlotMaker 9.

Per ottenere delle informazioni pi dettagliate, premere Mostra Rapporto Dettagliato nel Browser per avviare il browser internet predefinito e aprire una pagina che contiene una pi ampia. Ad esempio, in PlotMaker 9, si potevano definire spessori linea personalizzati per ogni singolo elemento di disegno ad esempio, Linee, Retini, ecc.

DOWNLOAD PER UTENTI REGISTRATI !!! REGISTRATION REQUIRED !!! - Lines & Fills (Tipi linea e retini)

In ArchiCAD 16, si possono invece definire spessori linea solo per le Penne, e tutti gli elementi che utilizzano una certa Penna verranno tracciati con lo spessore linea per essa definito. Si consulti Messaggi di Allerta nella conversione per un elenco dettagliato degli avvisi relativi alla conversione. Verr creato un Piano per default, ma non vi sar alcun dato relativo al modello in alcuna delle Viste Modello.

Tutti i Layout saranno visualizzati nel Book di Layout del Navigatore. Ci vuol dire che il file PLN con il quale vengono uniti i dati del Book di Layout conterr gi uno o pi Layout, con i loro attributi e settaggi. Per questo motivo, la procedura segue le consuete regole dell'unione di file, il che significa che se nel file ricevente gi Aiuto ArchiCAD Se i nomi dell'Attributo o del Layout Master sono identici nei due file, questi ultimi verranno considerati identici dal programma, e verranno conservati i file gi esistenti in ArchiCAD 16, insieme con i relativi settaggi.

Eseguire questi passi: 1. Si hanno ora due nuovi file ArchiCAD 16, che adesso devono essere uniti. Nella finestra di dialogo che compare a questo punto, scegliere Book di Layout per unire i dati del Book di Layout del file al file Progetto attivo. Fare clic sul pulsante Unisci.

Se si apre l'Organizzatore dal Navigatore, si vedr che tutti i dati del Book di Layout sono effettivamente stati uniti al file Progetto. Nota: necessario seguire le istruzioni riportare in questa guida, e cio unire il file PLN contenente i dati del Book di Layout al file PLN contenente i dati del Modello, e non viceversa.

Ci dipende dalle regole del processo di unione, e dal fatto che le Viste e alcuni altri dati non passerebbero nel modo corretto se si unissero i dati del Modello al file contenente i dati del Book di Layout. Nel caso in cui non si desideri unire l'intero Book di Layout, ma solo alcuni dei relativi Layout, seguire le istruzioni seguenti: 1. Nel file PLN che contiene i dati del Modello, aprire l'Organizzatore in modo tale che si possa vedere il Book di Layout di entrambi i file.

Nell'illustrazione qui sotto, il file PLN che contiene i dati del Modello si trova a destra. Se vi sono dei Disegni posizionati nel PLN del Book di Layout che puntano al PLN del Modello come sorgente, i riferimenti del Disegno verranno automaticamente trasformati da riferimenti a file esterno a riferimenti interni dopo l'unione dei Layout.

Nota: questi collegamenti dei disegno non verranno per ridefiniti come riferimenti interni se il file progetto sorgente ha cambiato nome dopo il posizionamento dei disegni. In tal caso, si dovranno selezionare tutti questi disegni nel Gestore Disegno e usare il pulsante Collega a per ricollegarli al relativo PLN sorgente il file progetto rinominato.

Messaggi di Allerta nella conversione Durante la migrazione di un file Book di Layout PlotMaker 9, ArchiCAD 16 pu visualizzare dei messaggi di allerta perch alcuni elementi di progetto non verranno riprodotti in ArchiCAD 16, in seguito ad alcuni mutamenti di funzionalit. La lista seguente elenca tutti i messaggi di allerta che possono essere visualizzati dal programma durante la conversione. I messaggi visualizzati riguardano sempre il file in via di conversione.

Il colore di output originale degli Elementi disegnati o incollati nei Layout stato ripristinato In PlotMaker 9, nella finestra di dialogo Settaggi Book, il colore di output degli elementi sui Layout pu essere impostato su scala di grigi o nero.

Questa opzione non ha equivalente in ArchiCAD, cos alcuni elementi appariranno con il loro colore originale. Non stato possibile convertire le opzioni di visualizzazione e output legare ai Retini In PlotMaker 9 si possono applicare dei settaggi globali ai Retini. Queste opzioni non hanno equivalenti in ArchiCAD, e quindi non possono essere convertite. Di conseguenza, tutti i retini sono visualizzati secondo le definizioni della finestra di dialogo Settaggi Retino. Se il disegno era stato incorporato nel file LBK, senza collegamenti attivi all'applicazione sorgente, i disegni saranno visibili ma non aggiornabili.

Cambiamenti nelle dimensioni di Testi e Marker In PlotMaker, era possibile impostare la dimensione di Testi e Marker in modo che mantenessero le dimensioni originali anche dopo una modifica della Scala di Output.

Contrassegnando l'opzione Dimensione fissa per Testo e Marker nella finestra di dialogo Settaggi Disegno. Questa opzione non esiste in ArchiCAD, e quindi Testi e Marker saranno ridimensionati in base ai cambiamenti di scala, come ogni altro elemento del disegno. Spessore linea personale riportato allo spessore linea della penna In PlotMaker era possibile assegnare uno spessore linea personalizzato a Linee, cerchi e spline.

In tal caso il colore della linea proveniva dalla penna assegnata, ma il suo spessore era oggetto di impostazione personalizzata nella finestra di dialogo settaggi dell'elemento. Questa opzione non esiste ArchiCAD, quindi gli spessori linea di linee, cerchi o spline verranno impostati ai valori specificati nella finestra di dialogo Penne e Colori.

Penne e Retini restano inalterati. Elementi di Testo Automatico: tutte le voci di Testo automatico vengono convertite. Il nome di alcune di questi elementi tuttavia cambier. Alcuni dei nomi sono cambiati. In PlotMaker 9 e nelle versioni precedenti, la dimensione di un Layout indica l'area stampabile della pagina la dimensione totale della carta meno i margini sui quattro lati. Le dimensioni dei Layout Master sono convertite di conseguenza. La Griglia per la Numerazione Disegni e il Layout Master di default passano senza alterazioni dall'uno all'altro file.

Settaggi Layout: passano senza alterazioni. Settaggi sottoinsieme: passano senza alterazioni. Settaggi Book: passano senza alterazioni, salvo i settaggi Colore Output , che non passano affatto non hanno equivalenti in ArchiCAD 16 - vedere sopra il messaggio di allerta 2.

I cambiamenti apportati ai Lucidi non sono eseguiti vedere sopra il messaggio di allerta 5. Se l'opzione Testo e Marker in PlotMaker impostata su Dimensione fissa, viene visualizzato il messaggio di allerta 6. L'impostazione Scala di Output verr convertita in Scala del Disegno.

Questo Set di Penne avr lo stesso nome del primo fra i Disegni convertiti che lo utilizzano, ma comunque tutti i Disegni convertiti che lo utilizzavano in PlotMaker 9 lo useranno anche in ArchiCAD Griglie: passano senza alterazioni.

Gli spessori linea personalizzati non passano dall'uno all'altro file non vi sono equivalenti in ArchiCAD 16 - vedere Messaggio di allerta 7 sopra. Per impostazione predefinita i collegamenti esterni, es. Se un Disegno era stato salvato insieme al Layout in PlotMaker 9 selezionata la casella di controllo Includi tutti i file collegati della finestra di dialogo Salva come in PlotMaker 9 , il Disegno da esso generato in ArchiCAD 16 sar impostato come Disegno da aggiornare manualmente, e sar salvato con il file Progetto ArchiCAD 16 Nella finestra di dialogo Settaggi Disegno, la casella di controllo Memorizza il Disegno nel file di Progetto sar selezionata.

Disegno generato a partire da esso in ArchiCAD 16 verr impostato come Disegno ad aggiornamento automatico, e non sar salvato con il file Progetto ArchiCAD 16 la casella di controllo Memorizza il Disegno nel file di Progetto non sar selezionata nella finestra di dialogo Settaggi Disegno.

In PlotMaker 9, il programma controllava la data dell'ultima modifica dei file sorgente dei Disegni. Se la data della modifica pi recente era cambiata, il programma assumeva che tutti i Disegni provenienti da tale file avevano bisogno di essere aggiornati. In questo caso, il controllo dello stato verr eseguito secondo il vecchio metodo che assume che tutti i disegni provenienti da una sorgente PLN modificata richiedano l'aggiornamento. Solo dopo il primo aggiornamento eseguito in ArchiCAD 16 il meccanismo di controllo dello stato comincer a funzionare a livello disegno invece che a livello file.

Si raccomanda, di conseguenza, di verificare Nomi e ID dei Disegni per assicurarsi che tutto sia passato in modo corretto. Situazione: in PlotMaker 9 il Nome Disegno era sempre uguale a quello della Vista da cui era stato creato. Viene usato, al suo posto, il valore dell'ID Vista. Tuttavia, le librerie usare dal progetto unito non sono automaticamente caricare nel progetto ArchiCAD Quindi, se dopo un'operazione di unione si verifica che manca qualche elemento di libreria come ad esempio i Titoli Disegno , si dovranno caricare le librerie mancanti per risolvere il problema.

Anche se le opzioni di visualizzazione sono cambiate rispetto ad ArchiCAD 9 adesso si chiamano Vista e Opzioni Modello , le informazioni seguenti dovrebbero essere utili per ricreare l'aspetto originario in ArchiCAD 16, per i progetti provenienti da migrazione.

La visualizzazione bitmap disponibile solo per la. Questo esempio mostra quanto sia facile lavorare con ArchiForma 2. Fornisce una guida step by step sulle operzioni necessarie a realizzare una superficie i traslazione. Molti sono i miglioramenti apportati rispetto alla versione precedente , vediamone alcuni. Cominciamo dalla nuova interfaccia grafica e le quattro nuove modalità di estrusione :.

Semplice verticale ; Ruled; Twister; Bend. L'estrusione Ruled necessita di due retini ArchiCAD che rappresentano la base e la parte superiore del solido che risulterà dalla conesione dei due poligoni nello spazio tridimensionale. Per l'estrusione Twister serve un solo retino ArchiCAD per descrivere la base del solido che si otterà dallo sviluppo del poligono attorno ad un asse verticale la forma creata potrà anche essere ridimensionata lungo quest'asse.

Tutti i solidi ottenuti con gli strumenti di estrusione possono essere editati sia dalla finestra di pianta che da quella 3D , usando gli hotspot del GDL editabile di ArchiCAD: basta semplicemente selezionare l'elemento e trascinare l'hotspot per modificare graficamente il solido , senza la necessità di esploderlo o tornare alla finestra di dialogo.